Eventi Location

I brand riscoprono il vintage: la meraviglia degli anni ’20

brand vintage xerjoff
Scritto da Angela

In futuro, quando penseremo ai trend di questo secondo decennio del XXI secolo, ricorderemo questi anni come il trionfo del vintage. I brand del lusso, in particolare, stanno facendo proprio il fascino dell’estetica dei tempi andati e, per un organizzatore di eventi, questa è un ottima notizia. Questi trend ci offrono incredibili opportunità creative, permettendoci di esplorare soluzioni visive di grandissimo impatto. Ci sono molti modi di arricchire i vostri eventi business con un tocco di fascino vintage, ma pochi temi garantiscono un effetto scintillante quanto gli Anni ’20. L’interesse per questo stile è sempre stato mediamente alto, ma ha conosciuto un’impennata grazie al film “Il Grande Gatsby” del 2013. Quando ci è stato assegnato il compito di organizzare il lancio di una nuova collezione di profumi per Xerjoff Casamorati, abbiamo scelto a colpo sicuro l’estetica dell’evento.

Trasmettere la personalità del brand

La storia e la tradizione sono elementi fondamentali dell’identità del nostro cliente: Casamorati è nato come profumeria bolognese nella seconda parte del XIX Secolo e il brand mantiene tuttora una forte consapevolezza delle proprie origini. Tutto, dalle fragranze vere e proprie al packaging in stile Liberty, comunica un’idea di stile ed eleganza senza tempo. Per questo motivo, chi partecipa al lancio di un nuovo prodotto del brand, si aspetta un certo tipo di estetica, di stile e di atmosfera.

Location scouting: Palazzo Visconti

Milano è la città ideale per un organizzatore di eventi, poiché offre una grande varietà di location, permettendo di trovare sempre quella più adatta al proprio briefing. In questo caso avevamo bisogno di un luogo ricco di storia e personalità, ma soprattutto visivamente unico. Abbiamo scelto Palazzo Visconti, una splendida residenza storica che ci offre il meglio di tutte le soluzioni: il massimo della modernità nei servizi professionali e nella dotazione tecnica, abbinato all’eleganza sofisticata degli interni. Gli arredi d’epoca, le splendide decorazioni barocche, le sale adorne di specchi, affreschi, quadri e boiserie rendono questo palazzo la location ideale per eventi esclusivi dedicati ai brand del lusso.

Proprio come negli Anni ‘20

Che cosa crea l’atmosfera di un evento? La risposta più ovvia è: tutto. Alcuni fattori possiamo controllarli: possiamo scegliere la location, l’allestimento e il catering per un cocktail esclusivo. Altri invece sono fuori dalla nostra sfera di influenza: prendiamo gli ospiti, per esempio. Le persone sono l’anima di ogni evento ed è per questo che, quando ci capita di partecipare a un evento a tema storico, abbiamo spesso la sensazione che ci sia qualcosa fuori posto. Come possiamo davvero convincerci di essere su una nave pirata, se la persona accanto a noi indossa scarpe da ginnastica? Che ne è della nostra sospensione dell’incredulità, quando un interno vittoriano è popolato di persone in giacca, cravatta e smartphone? D’altra parte, un evento corporate non è una festa in maschera. In quest’occasione, abbiamo ovviato al problema in modo semplice: abbiamo creato un set fotografico con un fotografo professionale, uno sfondo anni ’20, due modelli in abiti d’epoca e una serie di accessori che gli ospiti potevano indossare per farsi ritrarre nelle foto ufficiali. I nostri ospiti si sono divertiti a provare guanti, cappelli, gioielli, ventagli e bastoni da passeggio.

Conclusioni

Lanciare un prodotto non vuol dire solo comunicare un messaggio e mettere in mostra il prodotto stesso: si tratta di incarnare i valori del brand ed esprimerne la personalità. Per ottenere questo risultato, il pubblico non deve essere solo il ricettore passivo di un messaggio, ma trovarsi al centro di un’esperienza. Organizzare eventi vuol dire prima di tutto creare ricordi.

Vuoi organizzare il tuo evento in questa location? Contattaci!
Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento