Eventi

Fundraising: tre idee originali

fundraising
Scritto da Angela

fundraising ideeGli eventi di fundraising sono spesso carichi di aspettative, poiché dalla loro riuscita dipende la sussistenza di organizzazioni benefiche che non hanno altre forme di sostentamento. Il pubblico di questo particolare tipo di eventi non somiglia a nessun altro ed è forse il più corteggiato in assoluto. Il livello di spesa spesso richiesto in questi contesti e l’importanza dell’impiego dei fondi raccolti fanno sì che coloro che abitualmente vi contribuiscono siano oggetto di costanti comunicazioni e richieste di attenzione.Per avere successo, quindi, un fundraiser deve non solo avere un margine di guadagno netto molto più alto di un evento normale, ma anche distinguersi per originalità e incisività, per poter emergere in un contesto estremamente competitivo. La creatività, in questi casi, fa la vera differenza: un evento organizzato secondo i più alti standard professionali, ma con una formula insolita, riuscirà a generare un supporto e una visibilità assai maggiori di una semplice cena di gala.

 Ecco qualche idea originale per un fundraising efficace e memorabile.

Abito scuro? No, grazie!

Se il vostro pubblico è abituato a spendere somme considerevoli per elegantissime cene di gala con intrattenitori di primo piano, sorprendetelo con qualcosa di completamente diverso. Comunicate ai vostri associati che quest’anno volete investire il più possibile nel progetto benefico che vi sta a cuore e che quindi, per la stessa cifra di una cena di gala, offrirete loro un’esperienza insolita. Affittate uno spazio all’aperto, procuratevi un camioncino per la vendita di hot dog e distribuite birra e patatine. Completate il tutto affidando l’intrattenimento a giovani musicisti locali e artisti di strada, magari scegliendo un tema. Ricordatevi di chiedere ai vostri ospiti di lasciare a casa tacchi e smoking e di abbigliarsi per una giornata all’aria aperta. Se gestita correttamente, una serata come questa si trasformerà in un’esperienza indimenticabile e ridurrà considerevolmente le vostre spese.

 

Lavoratori paganti.

Molti esitano nell’effettuare donazioni a organizzazioni di beneficenza, nel timore che il denaro versato non venga effettivamente speso per le opere promesse. Se la particolare natura della vostra organizzazione lo permette, potete offrire a chi vi supporta la possibilità di sperimentare in prima persona la realtà e l’importanza del vostro lavoro. La promozione e il coordinamento sono fondamentali per il successo di questo tipo di iniziativa, poiché il messaggio è davvero insolito: invitate il pubblico a pagare per lavorare! Chi effettua una donazione potrà avere il privilegio di condividere, per un giorno, il lavoro dei vostri volontari. Sia che si tratti di servire pasti ai senza tetto o di ripulire un parco o una spiaggia, il volontariato può rivelarsi un’esperienza davvero intensa per chi vi si accosta per la prima volta. Se la vostra organizzazione si basa abitualmente sul lavoro volontario, un’iniziativa di questo genere può essere l’occasione per coinvolgere altri nella vostra attività.

 

Sport & fundraising.

Tradizionalmente, lo sport unisce e stimola l’espressione dei più nobili sentimenti umani. Solidarietà, impegno, la soddisfazione di raggiungere con fatica il risultato desiderato sono tutte caratteristiche che accomunano l’attività sportiva a quella benefica. Se non proprio originale (come dimostra, per esempio, la lunga storia della Nazionale Cantanti), questo tipo di iniziativa benefica è senz’altro versatile. Coinvolgere le organizzazioni sportive locali, magari quelle che raccolgono gli appassionati di sport con minore copertura mediatica rispetto al calcio o al ciclismo, può essere un modo efficace per farsi conoscere sul territorio e attrarre il supporto delle piccole comunità.

Negli anni ’80 era comune ricevere per posta il bollettino di alcune note organizzazioni internazionali di beneficenza e, nel caso di donazioni particolarmente sostanziose, ringraziamenti ufficiali e gadget. Nell’era dell’interattività, anche la beneficenza deve trovare nuovi linguaggi per veicolare il proprio messaggio. Coinvolgere la comunità in un evento memorabile è sicuramente un buon punto di partenza.

Organizzi un evento di beneficenza? Contattaci!

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento