Web Markerting

Influencer: chi sono e perché ne hai bisogno

influencer
Scritto da Angela

L’influencer marketing si basa sulla collaborazione fra i brand e gli influencer, i quali costituiscono oggi la categoria più corteggiata e ricercata nel mondo del marketing. Chi sono gli influencer? Il termine è abbastanza intuitivo: sono individui ai quali una certa nicchia di pubblico riconosce competenza in un determinato settore e che, per questo, sono influenti in quel settore. Può trattarsi di blogger, ma anche di professionisti che hanno accumulato un’esperienza significativa in un certo campo, più raramente di giornalisti o esponenti dei media. Sempre più spesso, le aziende cercano di dirigere il proprio content marketing specificamente agli influencer, piuttosto che al mercato in generale. Se il messaggio viene recepito, infatti, l’influencer lo farà arrivare al proprio pubblico di riferimento con il bonus di un’accresciuta credibilità. Spesso, tuttavia, si fatica a stabilire con certezza cosa sia un influencer.

Quantità ≠ Qualità

Chiariamo subito un equivoco fondamentale: non basta avere un enorme seguito sui social per essere considerato un influencer. Anzi, non è neppure strettamente necessario. Un influencer si misura in base alla sua capacità di generare conversioni, di attrarre efficacemente il proprio pubblico verso il brand con il quale collabora. Perché questo sia possibile, occorre mantenere un equilibrio delicato: ogni influencer vale solo quanto la credibilità che riesce a mantenere. Per fare questo deve selezionare con grandissima attenzione i brand con i quali lavorare, allo scopo di continuare a offrire al proprio pubblico solo suggerimenti di valore, favorendo allo stesso tempo la crescita delle aziende alle quali presta il proprio servizio. Un blogger con un piccolo seguito di nicchia molto “devoto”, piuttosto che un accumulatore di profili social con moltissimo seguito e poco engagement o engagement di scarso valore.

Il curriculum di un influencer

Per poter esercitare una vera influenza su un certo settore, è necessario aver acquisito una certa quantità di esperienza e un certo livello di competenza. I soggetti che tendono ad avere li maggiore impatto per tempi ragionevolmente lunghi, di solito hanno alle spalle anni di esperienza solida e dimostrabile nel proprio settore. Come capire quando un influencer è davvero valido? Cominciate dal suo curriculum esterno ai social. Dove ha imparato tutto ciò che c’è da sapere sul vostro settore? Quanto è attivo nel settore, al di fuori delle piattaforme online? Viene invitato come speaker a panel e fiere di settore? Ha al suo attivo pubblicazioni di rilievo? Tiene corsi o workshop? Presso quali aziende ha lavorato, prima di consolidare la propria posizione pubblica? In quali settori del mercato si è specializzato? Le competenze sono essenziali, in una figura di questo genere, che spesso riceve le innovazioni del mercato in anteprima o in versione beta e offre consigli ai brand su come migliorare la propria offerta prima del lancio ufficiale.

Distinguere i ruoli

L’influencer non è il vostro direttore del marketing. Non è compito suo creare o perfezionare la vostra strategia, pianificare una campagna, scegliere il tone of voice e dare un’identità al brand. La vostra storia dovete scriverla voi e il fatto di collaborare con un influencer molto quotato non vi dispensa dalla necessità di crearne una che sia coinvolgente, efficace, informativa e attraente. Soprattutto, sta a voi definire in modo inequivocabile una call to action. Il valore aggiunto dell’influencer starà nella condivisione della vostra storia con un pubblico specifico, ben targettizzato e disposto a rispondere alla vostra call to action. Il content marketing e un buon blogger di riferimento non sono ingredienti di una pozione magica, ma ottimi strumenti che devono porsi a sostegno di una strategia solida preesistente. Se non avete un prodotto solido e non sapete con esattezza cosa chiedere al pubblico, la voce più autorevole sul mercato non potrà rendere efficace il vostro messaggio.

Contattaci per pianificare la tua marketing strategy
Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento