Web Markerting

Mobile marketing: la vostra strategia per Natale

mobile natale
Scritto da Angela

Sono passati ormai due mesi da quando l’introduzione del mobile Ad Block doveva devastare l’intera industria del marketing. Come ve la passate, amici marketer? La recente libertà dei consumatori di bloccare i vostri ad ha inciso in maniera più significativa sulle vendite rispetto alla pluriennale libertà di ignorarli? No? Benissimo, adesso possiamo cominciare a essere propositivi. Dopo tutto si avvicina il Natale e lo sanno anche i sassi che il primo comandamento per un marketer nel periodo di Natale è premere sull’acceleratore per incrementare le vendite. E questo è uno dei tanti motivi per i quali chi lavora in questi settori, sotto le feste, non riposa praticamente mai. Ma non lasciatevi abbattere dalla colossale montagna di lavoro che vi aspetta: in un articolo precedente abbiamo demolito le strategie di mobile marketing dannose, adesso è il momento di guardare al futuro con ottimismo e concentrarsi su quelle che, invece, funzionano.

La vostra app: molto più del vostro negozio virtuale

Molti brand interpretano l’idea di lanciare una propria app solo come un’estensione del proprio sito web, il che è abbastanza riduttivo e non sfrutta a pieno le possibilità offerte dalle piatteforme mobili. Se le funzioni che intendete proporre sono le medesime che offrite sul web, limitatevi a investire in una versione mobile del sito che funzioni correttamente. Se, tuttavia, volete sfruttare al meglio le possibilità di connessione emotiva diretta con gli utenti che questo settore offre, perché non offrire un gioco ai vostri clienti? Un ottimo esempio è quello della linea aerea KLM, che ha creato un videogioco di strategia nel quale il giocatore deve gestire la propria linea aerea. Le funzioni più interessanti del gioco sono quelle che interagiscono con l’attività reale degli utenti, invitando alla condivisione social, ma anche permettendo di sbloccare bonus e crediti semplicemente con un check-in quando ci si trova in aeroporto. In questo modo le lunghe attese passate ad attendere un volo e spesso dedicate all’esaurimento della propria collezione di giochi sullo smartphone, diventano un’occasione per rafforzare la consapevolezza del brand, tramite un’interazione che non viene percepita come un tentativo invadente di vendere un prodotto, ma come una comunicazione naturale e legittima.

Regali di Natale (e non solo)

Una volta che avete stabilito come raggiungere i vostri clienti, se tramite un’app, un gioco o una più tradizionale strategia di social ad in versione mobile, è bene avere un’idea chiara di cosa volete offrire. Una buona presentazione del prodotto, ovviamente, è sempre un’opzione praticabile, ma ci sono molte ottime alternative che applicano al mobile marketing le strategie che funzionano da decenni nella vita reale. Il coupon è una di queste, anche se, nella cornice delle nuove tecnologie, potrebbe assumere la forma di un QR code, di uno sconto inviato in forma di mail di benvenuto in cambio di un’iscrizione alla vostra mailing list o di un’interazione sui social. Uno degli errori più diffusi, nella creazione di campagne per l’utenza mobile, è che l’obiettivo della comunicazione sia la visibilità del brand. Se così fosse, nessuna promozione sarebbe più efficace dello spam scriteriato di offerte speciali sugli occhiali Rayban: vi sfido a trovare un brand il cui logo sia stato più visualizzato su Facebook, a parte forse Facebook stesso. Quante volte la visione forzata di questi brutti post promozionali vi ha spinto all’acquisto? L’obiettivo non è comunicare all’utente mobile che il marchio esiste, ma farlo percepire in modo positivo. Una volta ottenuta l’attenzione di qualcuno, dobbiamo meritarci il suo tempo offrendogli qualcosa di rilevante.

Dalla piattaforma mobile alla vita reale

L’idea di KLM non è efficace solo perché propone un gioco divertente, ma soprattutto perché solidifica la connessione fra l’utente e l’identità del brand trasportandola nella vita reale. Trovare un modo creativo per far sì che la vostra presenza commerciale esca dalla dimensione digitale equivale a fidelizzare il target ben oltre i limiti temporali di una certa promozione. In questo senso, il periodo di Natale offre una serie di possibilità uniche che sarebbe sciocco non sfruttare. Uno dei modi più efficaci di sfruttare la visibilità ottenuta su qualsiasi supporto è raccontare una storia. Il periodo delle feste, con la consuetudine vagamente fastidiosa di iniziare a spargere decorazioni natalizie per il mondo dai primi di novembre, è perfetto per tenere il ritmo di una narrazione di ampio respiro, ma facile da seguire. Rinunciare all’idea che ogni singolo ad, post o banner debba convertirsi immediatamente in vendite è un ottimo inizio. Costruire una storia, che si sviluppi lungo gli ultimi due mesi dell’anno e che sia congegnata in modo da creare un crescendo di contenuti e di coinvolgimento emotivo da portare al culmine nella settimana di Natale. Dopo tutto, se sono generazioni che l’intensificarsi progressivo dell’atmosfera supporta il commercio tradizionale, perché non adattare lo stesso principio ai nuovi linguaggi?

Buon Natale e felice anno nuovo.

Avete già indovinato? Il lavoro continua anche dopo le feste. Si parla sempre di costruire sugli insuccessi e molti si dimenticano di costruire anche sui successi. Se la vostra strategia commerciale natalizia è orientata alla vendita, solo alla vendita, esclusivamente a quella particolare vendita, allora è una strategia povera e antiquata. Il mobile marketing vi permette di raccogliere una quantità di dati sui vostri clienti ineguagliata da qualsiasi altra forma di distribuzione e si tratta di dati altamente specializzati che vi permettono di segmentare il vostro pubblico in modo particolarmente efficace. Non utilizzare queste informazioni è un errore che nessuno può più permettersi di commettere. La fidelizzazione non si può più basare sulla semplice soddisfazione dell’acquisto, poiché in ogni settore la concorrenza sarà sempre pronta a suggerire alternative. Non va neanche trascurato il fatto, ormai noto, che fidelizzare un cliente già acquisito costi molto meno che non acquisirne uno nuovo. Per questo motivo, sfruttando le informazioni che avete acquisito con la vostra campagna mobile natalizia e gli acquisti che ne sono conseguiti, studiate un’apposita strategia di follow-up, che può comprendere messaggi personalizzati per il nuovo anno, bonus, offerte esclusive per l’anno successivo o piccole call-to-action. L’obiettivo è dare un vero e proprio benvenuto al cliente nella vostra community. Se non avete una community, forse è il caso di ripartire dalle basi.

Vuoi promuovere la tua attività con una strategia di marketing innovativa? Contattaci!

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato su tutti i nostri eventi