Interviste

Smart Eventi festeggia il quinto compleanno: la nostra storia

sardegna
Scritto da Angela

happy birthday smart eventiSembra incredibile, eppure sono già passati cinque anni dalla nascita di Smart Eventi. Nell’aprile del 2010, quando abbiamo dato inizio a questa avventura, il termine startup non era inflazionato come adesso e non erano ancora state compilate le statistiche secondo le quali la vita media di una startup italiana è di circa tre anni. Per noi è stata l’evoluzione naturale di un percorso: quattro ragazzi che dopo la laurea avevano iniziato a occuparsi di eventi e hanno deciso di unire le forze.

Per questo abbiamo deciso di “intervistarci da soli”, o meglio di fare una chiacchierata sulla nostra storia, perché in un momento in cui si sente sempre più spesso parlare di imprese che chiudono, forse può essere utile a noi e agli altri raccontare la nostra esperienza. A distanza di cinque anni noi siamo ancora qui, continuiamo a crescere. Il segreto? La passione e la capacità di guardare a quanto di meglio c’è vicino a noi, ma anche di imparare da realtà più lontane.

Lucio
Uno dei nostri primi eventi era legato proprio ai prodotti tipici del nostro territorio: la presentazione alla stampa del riconoscimento ministeriale del consorzio di tutela del culatello di Zibello. Abbiamo curato sia l’organizzazione che la comunicazione che l’ufficio stampa. Inoltre abbiamo organizzato un concorso per vincere un corso di cucina da Sadler. In quell’occasione l’ospite d’eccezione era Lella Costa.

Poi abbiamo iniziato a interessarci di pratiche che erano molto più in voga all’estero di quanto non lo fossero in Italia, come il team building. Il primo che abbiamo curato è stato una 3 giorni con Liberty Global, società olandese che abbiamo avuto il piacere di ospitare in Italia nella Riviera Ligure, organizzando una caccia al tesoro in auto d’epoca, una giornata in barca a vela, un team cooking e un torneo di softair. Attività del genere richiedono un impegno organizzativo consistente, ma sono incredibilmente divertenti. Quando la tua giornata lavorativa prevede un giro in barca a vela, è facile conservare intatto l’entusiasmo. Certamente più facile che non restando chiusi in un ufficio ogni giorno dell’anno.

adrenalina

Paolo: Il team building è un’attività che ha riscosso molto successo e infatti abbiamo cominciato a lavorare con Adecco, realizzando progetti di questo genere per molti loro clienti. Il bello è che, a seconda del gruppo con cui si interagisce, cambiano le necessità e quindi si può dare ampio spazio alla creatività. Più le idee sono folli e migliori sono i risultati, perché l’esercizio di team building diventa un’esperienza unica per chi lo vive. C’è chi è stimolato dalle attività più adrenaliniche, come il ponte tibetano o la survival adventure, e chi invece preferisce cose più sofisticate come la degustazione di vini o insolite, come la cena al buio.
Alessandro: Molti dei nostri clienti ci richiedono progetti legati allo sport, che è un altro ottimo esempio di come si possano coniugare le pratiche che hanno successo all’estero con un settore nel quale l’Italia è da sempre molto competitiva.

decathlon jump

Per Unicredit, per esempio, abbiamo organizzato l’evento finale collegato alla sponsorizzazione della Champions League, presso il Just Cavalli di Milano. Lavoriamo anche con Decathlon, in qualità di organizzatori ufficiali di tutte le loro aperture in Italia. Uno degli eventi sportivi più insoliti che abbiamo organizzato sono state le Olimpiadi Jump Si Può Fare 2015, una vera e propria gara di decathlon che ha coinvolto diverse squadre per un totale di 430 persone.

 

Lucio: Parlando di clienti affezionati, da diversi anni giriamo l’Italia e quest’anno la Spagna con il team di Bankasa per il meeting estivo dei migliori agenti:

nel 2011 a Milano Marittima, nel 2012 a Jesolo, nel a 2013 Forte dei Marmi, nel 2014 in Sardegna, a luglio del 2015 andremo a Minorca. È un lavoro duro, ma qualcuno deve pur farlo…

sardegna

Alessandro: Il team affezionatissimo di Bankasa ogni anno pensa che ci siano dei brogli sul regolamento dei giochi, perché vince sempre l’agenzia del “capo” ma vi assicuriamo che è una casualità. L’analisi del regolamento e le polemiche arbitrali e sono destinate ad essere ricordate negli anni come il “la Mano de Dios” di Diego Armando Maradona nei quarti di finale del Mondiale 1986.

 

Daniele: Il team building, in effetti, forse è il tipo di evento che permette di spaziare di più non solo nelle idee, ma anche nella scelta delle location.

alleanza volley

Per esempio nel 2013, con l’area Milano di Alleanza Assicurazioni, ne abbiamo organizzato uno sulla neve a Schilpario e a luglio 2014 una sorta di Giochi Senza Frontiere per tutta la zona di Milano. Intrattenere 140 persone per un’intera giornata all’insegna dello sport ma anche della competizione è stato davvero un bella soddisfazione.  Infine nel mese di luglio ci aspetta l’area della Toscana per i beach games.

Lucio: … a dirlo così, però, sembra che passiamo tutto il tempo a viaggiare e a divertirci! L’idea promozionale più originale, secondo me, è quella che abbiamo realizzato per C&A. Si trattava di un’attività di marketing per i loro negozi durante il periodo di Natale.

 

Natale

 

Abbiamo allestito una vera e propria casa nel giorno della cena di Natale, pensata per riprodurre in tutto e per tutto la cucina di una nonna. Naturalmente c’era anche una nonna in carne e ossa, che distribuiva cioccolata calda fatta da lei al momento e biscotti di zenzero, un salotto dove venivano scattate foto di famiglia con calendario ricordo – che è andato a ruba – e una cameretta dove i bimbi scrivevano lettere di Natale.

 

Arcelor Mittal

Daniele: L’originalità non è mancata nemmeno durante l’evento di Arcelor Mittal dove un gruppo di writer ha disegnato immagini dell’azienda che in tempo reale venivano trasmesse sui maxischermi presenti in sala dove si teneva la cena di gala. I vari writer disegnavano con una webcam addosso, così da offrire al pubblico un punto di vista soggettivo sulla loro attività artistica.

Siamo riusciti a dare un tocco di originalità perfino a un evento tradizionale come quello di Borsa Italiana, attraverso uno spettacolo di sand-art che ha ripercorso la storia di questa istituzione negli anni.

 

rafting tevere

E poi naturalmente ci sono altri team building fuori dagli schemi, come l’evento di rafting organizzato per Tecnologie Sanitarie SpA. Il rafting è uno sport che tutti associano alle zone di montagna: noi l’abbiamo fatto sul Tevere.

 

 

 

 

 

Espresso Communication

Per Espresso Communication, invece, ci siamo inventati una gara di “carton-boat”. È stato sorprendente vedere i vari team ingegnarsi nella costruzione di barche di cartone. Il team vincitore della sfida ha realizzato una canoa in grado di competere con le più moderne versioni sul mercato, capace di galleggiare per tutto il percorso.

Alessandro: Il che è particolarmente impressionante, considerando che prima dell’evento ci abbiamo provato anche noi a creare una barca di cartone, naufragando con tutto l’equipaggio senza neanche uscire dal porto…

 

 softairPaolo: E poi c’è il softair, che è un grande favorito in tutto il mondo, quando si tratta di team building. Gli impiegati e i manager di tutte le nazionalità non possono resistere alla tentazione di spararsi addosso. Probabilmente fa bene liberare l’aggressività in un ambiente sicuro, per arrivare rilassati sul posto di lavoro. Noi ne abbiamo organizzato uno per Banco du Brasil, che ha visto la partecipazione direttamente dal Brasile dell’amministratore delegato in una giornata davvero divertente.

 

temporary porsche

Ogni tanto, però, organizziamo anche eventi “normali”, nei quali nessuno si spara addosso o si lancia appeso a una fune, tipo l’inaugurazione del Mazda place di Brera che realizzeremo a breve, durante la settimana del Salone del Mobile, o il temporary store organizzato per la presentazione dei nuovi modelli di Porsche Macan e Cayenne, o ancora la presentazione stampa del programma agonistico Motorsport 2013 di Peugeot Italia.

 

Il Team

dani2Daniele

È l’uomo dietro le quinte, l’uomo dei numeri, quello che fa quadrare i conti. Dalle retrovie, fa in modo che tutti i settori della società lavorino insieme in modo armonico, come un meccanismo ben oliato. Oltre a curare la parte manageriale dell’attività segue anche il sito web, ma soprattutto trova sempre il modo giusto per motivare ogni collaboratore, perché la squadra sia vincente.

 

 

 

 

 

 

lucioLucio

Creativo, entusiasta e appassionato del suo lavoro. Per Smart Eventi gestisce l’organizzazione di eventi promozionali e team building. Se doveste scegliere di lavorare con noi, Lucio sarà la persona a cui vi rivolgerete e che vi proporrà le idee più folli, per spianarvi la strada verso il successo e colpire il vostro Target.

 

 

 

 

 

 

alessandroAlessandro

È il nostro commerciale e segue tutte le trattative con i nostri clienti. Non sopporta la monotonia, per questo è sempre alla ricerca di nuove sfide. È fermamente convinto che nulla sia impossibile e ha la capacità di adattarsi a qualsiasi contesto o situazione.

 

 

 

 

 

 

 

paoloPaolo

Sorride sempre, ma è anche determinato e pragmatico nella vita come nel lavoro. Sarà il vostro problem solver in qualsiasi occasione. La sua priorità assoluta sono le esigenze del cliente. Sa dispensare il consiglio giusto in ogni fase della costruzione e progettazione dell’evento, dall’idea iniziale alla realizzazione finale. La soddisfazione del cliente è il suo obiettivo ultimo.

Contattaci! Troveremo la soluzione ideale per il tuo evento!
Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato su tutti i nostri eventi