Eventi Location

Viaggi incentive: un’esperienza all’insegna del lusso

Castello-di-Razzano-slide-cortile-sera incentive gifts
Scritto da Angela

A che cosa servono i viaggi incentive? Ogni tanto fa bene ripeterlo: il loro scopo è gratificare il team. A volte potrà trattarsi di un weekend fuori porta con tutto il personale dell’ufficio, ma ci sono anche occasioni in cui si desidera offrire una gratifica speciale a chi ha ottenuto risultati eccellenti. L’idea di base è che a una prestazione eccezionale debba corrispondere un regalo altrettanto eccezionale. I viaggi incentive, in particolare, concentrano l’attenzione sull’idea di ricompensare la qualità superiore del lavoro non con beni materiali o gratifiche finanziarie, ma con esperienze. Questo è stato lo spirito che ha guidato l’offerta incentive che Smart Eventi e Suebo hanno elaborato insieme per MobileZone. Abbiamo puntato tutto sull’offerta di un viaggio all’insegna del comfort e del lusso, pianificando un’esperienza coinvolgente, rilassante, piacevole e gratificante su più livelli. A volte fa bene abbandonare tutte le preoccupazioni e godersi la vita, circondandosi di cose belle: questo è quanto abbiamo voluto offrire al team del nostro cliente.

Viaggi incentive: un’esperienza all’insegna del lusso

L’obiettivo

Il nostro cliente ha ingaggiato due agenzie per occuparsi di un team di quattro persone, il che ci ha permesso di concentrarci sulla creazione di un’esperienza di viaggio superiore. Il regalo incentive era destinato a quattro top manager dell’ufficio svizzero del cliente e la destinazione scelta per il viaggio era il Piemonte: il nostro scopo era dunque fare il miglior uso possibile delle risorse locali. Quando si offre un viaggio incentive a un gruppo così piccolo di persone, è sottointeso che si debba creare un’esperienza di qualità superiore. Non basta prenotare un buon hotel con una Spa: si tratta di far vivere agli ospiti un’esperienza indimenticabile e fuori dall’ordinario, che normalmente non si pianifica quando si acquista un viaggio per sé.

Il progetto

Cerchi una destinazione incentive per il tuo prossimo viaggio? Contattaci!
castello di razzano incentive

castello di razzano incentive

Il nostro compito era organizzare l’intero progetto, gestendo le prenotazioni, la tabella di marcia e la logistica, con l’indicazione specifica di selezionare solo il meglio, sotto ogni aspetto. L’esperienza dei nostri ospiti ha avuto inizio con un viaggio in grande stile: il trasporto fino a Torino in jet privato aziendale e quindi il trasferimento, organizzato da noi, presso il Castello di Razzano, una dimora del XIX secolo, situata nel Monferrato, riconvertita in hotel di lusso. Quest’area del Piemonte è famosa per i suoi vitigni e il castello vanta da oltre un secolo un’eccellente produzione propria di vini: non poteva mancare una degustazione in loco. Il Piemonte, e in particolare il Monferrato, sono meta di veri e propri pellegrinaggi da parte di estimatori che arrivano da tutto il mondo per assaggiare i vini locali. Il Barbera è probabilmente la denominazione più celebre e caratteristica della regione: si tratta di un vitigno forte, che produce vini rotondi e sofisticati dal sapore inconfondibile. I vini più popolari della categoria sono senza dubbio il Barbera d’Asti Superiore, il Barbera d’Asti e il Barbera del Monferrato.

Relais San Maurizio Luxury Spa Resort incentive gifts

Relais San Maurizio Luxury Spa Resort – Italy

Per cena, abbiamo puntato sulla tradizione locale e abbiamo scelto il ristorante Corona Reale: il luogo ideale per assaporare l’autentica cucina piemontese tradizionale. Fortemente radicato sul territorio, questo è il luogo ideale per scoprire i sapori autentici del Piemonte, attraverso ricette antiche che ormai raramente si trovano nei ristoranti. Il secondo giorno ci siamo spostati ad Asti, per una giornata di shopping e turismo, coronata da una magnifica cena al ristorante dell’hotel successivo: il Relais San Maurizio Luxury Spa Resort. Per il terzo giorno abbiamo programmato un’attività speciale, destinata a rendere l’esperienza assolutamente unica: i nostri ospiti hanno preso parte a un giro turistico delle Langhe a bordo di auto d’epoca. Questa è un’attività che abbiamo vintage car incentive giftsgià sperimentato in passato, sempre con ottimi risultati, e che si conferma fra le preferite dei nostri clienti. C’è qualcosa di speciale nella sensazione che si prova a viaggiare per la campagna in un’auto d’epoca: nessun mezzo di trasporto tradizionale può uguagliare il fascino di queste elegantissime vetture

Conclusioni: la regola d’oro dei viaggi incentive

Non esiste una formula di successo universale per i viaggi incentive. Ogni team, proprio come ogni individuo, ha una sua personalità, che può essere molto particolare e complessa. E, come tutti sappiamo, non c’è niente di peggio che scegliere un regalo sbagliato per qualcuno. Se dovessimo dare un consiglio a un aspirante organizzatore di viaggi incentive, sarebbe molto semplice: prendetevi del tempo per imparare a conoscere il team e scegliere l’esperienza giusta, non importa quanto questa possa sembrare insolita Ci sono gruppi che non chiedono di meglio che confrontarsi con avventure, sfide e sport estremi, mentre altri non vedono l’ora di tuffarsi nell’esplorazione di arte e cultura. In questo caso specifico la nostra parola d’ordine era lusso e, di conseguenza, abbiamo selezionato ogni hotel, ristorante e operatore turistico con un solo scopo: scegliere solo il meglio per un’esperienza di assoluta qualità.

Iscriviti alla newsletter

Informazioni sull'autore

Angela

Vive, scrive e lavora per lo più a Berlino, ma usa il nomadismo digitale come scusa per prendersi delle lunghe vacanze. Torna spesso in Italia perché le radici sono importanti e il caffè è indispensabile. Divide il tempo equamente fra marketing, musica sinfonica, indie rock e sperimentazione culinaria. Quando non scrive e non prepara marmellate, di solito costruisce mobili. Non ha ancora capito il senso della vita, ma quando lo capirà non lo prenderà sul serio e si lascerà sfuggire l’opportunità di scrivere un best seller sull’argomento.

Lascia un Commento